Esami dermatologici

  • RASCHIATO CUTANEO: si tratta di un esame molto semplice, indolore e di rapida esecuzione che consiste nel raccogliere del materiale raschiando delicatamente  la cute con un cucchiaio di Volkmann; il raschiato può essere superficiale o profondo ed è indicato per la ricerca di parassiti cutanei, come acari e pidocchi.
  • ESAME MICROSCOPICO DEL PELO: consente di valutare in pochi minuti la fase del ciclo ed eventuali alterazioni morfologiche-strutturali a carico del pelo, nonchè la presenza di parassiti o ife/spore legate a infezioni funginee.
  • ESAME CON LA LAMPADA DI WOOD: la lampada di Wood è una lampada che emette una luce ultravioletta della lunghezza d’onda di 253,7nm; se si irraggiano con questa luce le ife di alcuni ceppi di dermatofiti di Microsporum canis, queste emettono una caratteristica fluorescenza color verde mela; è un esame che viene eseguito di routine quando sono presenti lesioni suggestive di dermatofitosi.
  • TECNICA DEL NASTRO ADESIVO TRASPARENTE O SCOTCH TEST: è una metodica che si esegue sia per la ricerca di ectoparassiti, sia per la raccolta di cellule della superficie cutanea da sottoporre a esame citologico; tale tecnica è anche molto utile per confermare la presenza di infestazioni da pulci in quei soggetti in cui non sono presenti parassiti adulti.
  • ESAME COLTURALE PER DERMATOFITI: consiste nel seminare su un apposito terreno di coltura peli, scaglie o croste e attendere la crescita di colonie funginee che vengono successivamente tipizzate al microscopio ottico; tale esame consente di identificare il fungo causa di malattia e prevedere l’eventuale rischio di contagio per il proprietario o per gli animali conviventi.
  • ESAME CITOLOGICO: consiste nella raccolta di cellule da una lesione cutanea che verranno poi sottoposte ad allestimento su vetrino, colorazione e successiva osservazione al microscopio ottico; tale esame, indolore e di rapidissima esecuzione, permette di distinguere tra una lesione di tipo infiammatorio e una di tipo neoplastico, orientando quindi verso un trattamento idoneo (medico o chirurgico).
  • INTRADERMOREAZIONE o SKIN TEST: è un esame che si esegue dopo aver effettuato la diagnosi clinica di dermatite atopica finalizzato a identificare gli allergeni ambientali implicati nel processo allergico e allestire un vaccino desensibilizzante; consiste nel tosare una piccola area cutanea sul torace del cane e dopo aver contrassegnato con un pennarello i punti di inoculo, si iniettano per via intradermica gli estratti di allergeni e si attendono 15-20 minuti prima di interpretare i risultati; tale esame può richiedere una breve sedazione.
  • BIOPSIA CUTANEA: consiste nell’asportazione, in anestesia locale o totale, di un frammento di cute da sottoporre a esame istopatologico, finalizzato alla diagnosi/esclusione di malattie cutanee.